Efficienza energetica: opportunità di finanziamento e rischi di sanzioni

Efficienza energetica: opportunità di finanziamento e rischi di sanzioni

9 Novembre 2016,

Efficienza energetica: opportunità di finanziamento e rischi di sanzioni

L’Audit energetico è una procedura che prevede la valutazione del consumo di energia esistente e, allo stesso tempo, identifica le opportunità per realizzare risparmi energetici in conformità ai criteri stabiliti dalla legislazione nazionale dello Stato interessato.

Il pacchetto di misure legislative su clima ed energia dell’Unione europea stabilisce il raggiungimento di tre obiettivi principali entro il 2020: la riduzione delle emissioni di gas del 20% rispetto ai livelli del 1990, aumento della quota di consumo di energia dai fonti rinnovabili del 20% e aumento dell’efficienza energetica del 20%. La direttiva 2012/27 / CE relativa all’efficienza energetica fornisce una base giuridica per quest’ultimo obiettivo, definendola sulla base unità di energia, e stabilisce un quadro comune di misure giuridicamente vincolanti per promuovere l’efficienza energetica nell’UE.

Da qui discendono alcune importanti opportunità per gli utenti industriali bulgari che rispettano gli adempimenti connessi all’audit energetico.

Anzitutto, Il “Decreto per la riduzione dei costi da energie rinnovabili” entrаto in vigore in Bulgaria il 28 settembre 2016, con efficacia retroattiva dal 1 agosto 2015 e validità fino al 31 dicembre 2020. Esso prevede la possibilità di ottenere il rimborso della componente in bolletta relativa al costo delle energie rinnovabili nel caso in cui si soddisfino una serie criteri definiti nel Decreto stesso, tra i quali l’effettuazione di un audit energetico da parte di un ente accreditato.

Tale audit è peraltro divenuto obbligatorio in seguito alla pubblicazione in data 15.05.2015 sulla Gazzetta Ufficiale della legge sulla efficienza energetica, che mira ad aumentare l’efficienza energetica come parte della politica in materia di sviluppo sostenibile. L’ Art. 57.della legge afferma che la misurazione dell’efficienza energetica delle imprese, degli impianti industriali e dei sistemi di illuminazione esterna,  ha lo scopo di identificare opportunità specifiche per ottenere la riduzione del consumo di energia e identificare misure per migliorare l’efficienza energetica.
Tale misurazione è obbligatoria per le seguenti categorie:
1. Imprese manifatturiere che non rientrano nelle piccole e medie ai sensi dell’art. 3 delle Legge sulle PMI;
2. Imprese di fornitura di servizi che non che non rientrano nelle piccole e medie ai sensi dell’art. 3 delle Legge sulle PMI;
3. Sistemi industriali, il cui consumo annuo di energia è superiore a 3.000 MWh;
4. Sistemi di illuminazione esterna situati in centri con popolazione superiore ai 20 000 abitanti.

L’audit energetico per l’impresa industriale deve essere effettuato almeno una volta ogni 4 anni.
Nel caso di mancato rispetto degli obblighi di legge, sono previste sanzioni che vanno da 20 000 a 50 000 Leva.

Per quanto riguarda invece le opportunità, certamente occorre considerare il programma operativo Innovazioni e competitività, in particolare la Misura sulla efficienza energetica delle grandi imprese, la cui apertura è prevista entro la fine del 2016. Le grandi imprese che soddisfano i requisiti stabiliti dalla procedura e che hanno efettuato un audit energetico saranno eleggibili a finanziamenti fino a 2,5 milioni di leva con una percentuale a fondo perduto del 25% per il SudOvest della Bulgaria e fino al 45% nelle altre regioni del paese

Importante anche il  Fondo “Efficienza energetica e energie rinnovabili”, che è l’unica istituzione in Bulgaria specializzata nel finanziamento a basso tassi di interesse di progetti di investimento nell’ambito dell’efficienza energetica. Il Fondo agisce sia come erogatore di prestiti e garanzie di credito nei confronti di altri istituti finanziari che come centro di consulenza. Il Fondo assiste infatti  aziende,  comuni e privati nella preparazione di progetti di investimento per l’efficienza energetica. Il Fondo prevede anche il finanziamento, il co-finanziamento o garanzia rispetto ad altri istituti finanziari. Una delle condizioni per la concessione di prestiti a basso interesse è la presentazione di un audit energetico elaborato da una società accreditata.

Se volete approfondire tutte queste possibilità, lo staff di “Global Business Group” è in grado di offrire sia assistenza tecnica nella realizzazione dell’audit energetico che curare la presentazione di progetti di efficienza energetica a valere sui programmi europei. Contattateci!!!

Contatti:

032 590 321

info@globgroup.net

www.globgroup.net