In vigore il decreto a sostegno delle imprese bulgare colpite dalla crisi, noto come “60/40”

In vigore il decreto a sostegno delle imprese bulgare colpite dalla crisi, noto come “60/40”

31.03.2020

A partire da oggi, le aziende saranno in grado di candidarsi

Il governo ha adottato il Decreto 55 / 30.03.2020 per il pagamento compensativo dei datori di lavoro in base al regime 60/40, secondo il quale lo Stato assumerà il pagamento del 60% dell’imponibile contributivo dei lavoratori mentre i datori di lavoro sono tenuti a pagare l’altro 40%.
La prima parte del decreto riguarda le attività chiuse dall’ordinanza dell’autorità pubblica e direttamente colpiti dalla crisi. Si tratta di settori come vendita al dettaglio, trasporti terrestri e aerei, alberghi, ristoranti, bar, agenzie di viaggio, sale proiezioni di film, eventi, asili privati, cultura, sport. Tutti potranno beneficiare della comensazione incondizionata del 60%. La misura avrà un costo di 135 milioni al mese, che saranno coperti dal Fondo di previdenza sociale statale, e riguarderà oltre 289.000 lavoratori.

La seconda parte del decreto si applica invece a tutti i settori economici, tranne agricoltura, silvicoltura e pesca, attività finanziarie e assicurative, PA, istruzione, salute e lavori sociale, attività domestiche, attività di fabbricazione beni e servizi per il proprio consumo, attività di enti extraterritoriali.  Tutte le società possono richiedere una compensazione dimostrando un calo minimo del 20% nel loro fatturato rispetto a quello di marzo dello scorso anno. Il pagamento sarà corrisposto se l’attività è sospesa per tutto o parte del periodo di emergenza e per non più di tre mesi. Il termine per l’elaborazione delle richieste è di 7 giorni e entro i 5 giorni successivi le aziende potranno ricevere il risarcimento.

Una condizione importante è che i datori di lavoro mantengano il posto di lavoro dei dipendenti per un periodo non inferiore al periodo per il quale ricevono il pagamento compensativo. Durante questo periodo, dovranno pagare l’intero importo della retribuzione e i contributi dovuti. La verifica della documentazione e dei dati di chi ha fatto richiesto sarà effettuata per tutto il 2020.
La presentazione dei documenti può essere effettuata in uno dei seguenti modi: attraverso sito internet con firma elettronica, lettera raccomandata, presentazione allo sportello dell’Agenzia del Lavoro.

Per approfondire l’elenco completo dei documenti richiesti e la procedura prevista fare riferimento al seguente link:
https://www.az.government.bg/pages/izplashtane-na-kompensacii-za-zapazwane-na-zaetostta/