Servizi

Gestione dell’investimento

Lo sviluppo e la gestione di attività imprenditoriali in Bulgaria implica una buona conoscenza del settore bancario, della legislazione fiscale e contabile, del regime doganale, delle questioni inerenti la costruzione di immobili e i relativi permessi, del funzionamento dell’apparato giudiziario.

A prescindere dall’attività che avete deciso di intraprendere, Global Business Group può assistervi nella pianificazione, organizzazione e gestione dei processi aziendali della vostra azienda.

  • La Bulgaria offre una manodopera altamente qualificata e multilingue.
  • La Bulgaria offre i livelli salariali più competitivi in Europa

Di fronte dunque alle numerose richieste e all’interessamento da parte di società italiane d’investire in Bulgaria e ricercare validi partner, Global Business Group garantisce adeguate competenze, risorse ed esperienza per fornire servizi relativi alla gestione e controllo delle società, come ad esempio:

  • Ricerca, individuazione, selezione e gestione del personale – il servizio si rivolge alle aziende italiane che vogliono assumere lavoratori in Bulgaria.

Interveniamo nel processo di selezione di personale qualificato e offriamo servizi di consulenza del lavoro. Supportiamo l’investitore nella procedura di assunzione di personale bulgaro.

  • Servizi di contabilità e tenuta paghe – il servizio è stato progettato per le aziende che necessitano di un servizio di contabilità completo.

Consulenze sul regime fiscale applicabile alle persone fisiche e giuridiche straniere operanti nel paese; consulenze sul regime fiscale applicabile al reddito soggetto a tassiazione in Bulgaria e all’estero; consulenze sugli obblighi contributivi e fiscali a carico del datore di lavoro; supporto per la preparazione delle dichiarazioni fiscali e altro ancora.

Che cosa devo sapere sull’assunzione di dipendenti in Bulgaria?

In generale, i cittadini stranieri possono lavorare in Bulgaria dopo aver ricevuto un permesso di lavoro. Per ottenerlo bisogna avere un contratto con un datore di lavoro bulgaro o essere in trasferta di lavoro in Bulgaria per effettuare precise attività. Tale normativa non si applica ai cittadini europei, che possono lavorare in Bulgaria senza necessità di alcun permesso di lavoro, sia in qualità di dipendenti che di lavoratori autonomi o in trasferta.

Il permesso di lavoro necessario per gli stranieri deve essere richiesto dal datore di lavoro e viene rilasciato dall’Agenzia bulgara per l’occupazione.

Per ottenere il permesso di lavoro occorre rispettare una serie di condizione precise ed esso è concesso solitamente di anno in anno. Tuttavia, se il permesso di lavoro è rilasciato sulla base di un contratto di lavoro con un datore di lavoro locale, può essere concesso per un termine superiore, sino a tre anni.

Entro 3 giorni dalla firma, i datori di lavoro bulgari sono tenuti a comunicare tutti i contratti sottoscritti con i cittadini stranieri, compresi i cittadini europei, all’Agenzia nazionale delle entrate.I cittadini europei che si trovano solo in trasferta, invece, devono essere registrati presso l’Agenzia bulgara per l’occupazione.

Stranieri che non necessitano di permessi di lavoro in Bulgaria

Gli stranieri che possono lavorare in Bulgaria senza un permesso di lavoro sono:

  • Dirigenti di aziende o di filiali di persone giuridiche straniere
  • I membri del Consiglio di Amministrazione o del Consiglio dei direttori di società locali che non sono stati assunti tramite contratto di lavoro
  • Rappresentanti commerciali di imprese straniere registrate presso la Camera di Commercio e Industria bulgara
  • Gli stranieri che sono provvisti di permesso di residenza a lungo termine o permanente in Bulgaria
  • I familiari di un cittadino europeo o di uno straniero che ha ottenuto un permesso di residenza a lungo termine in Bulgaria

Stranieri che possono lavorare per brevi periodi, senza permesso di lavoro

Gli stranieri possono essere assunti a breve, senza un permesso di lavoro a queste condizioni:

  • Essere in trasferta in Bulgaria, mandati dal loro datore di lavoro straniero
  • Soggiornare in Bulgaria per motivi lavoro non oltre 3 mesi in un anno
  • Svolgere lavori consistenti in: montaggio o riparazione in garanzia su macchinari e attrezzature vendute; formazione per attrezzature vendute o consegna di attrezzature, macchinari o altri; formazione prevista da contratto di fornitura di prodotti soggetti a licenza

In tutti questi casi, la registrazione dello straniero presso l’Agenzia bulgara per l’occupazione deve essere effettuata preliminarmente all’inizio del lavoro.

 “Carta blu” per la residenza e permesso di lavoro

Nel corso del 2011 sono state apportate delle modifiche alle legislazione vigente, introducendo delle ulteriori modalità di regolazione delle condizioni di lavoro e di soggiorno degli stranieri impegnati in mansioni altamente qualificate. In particolare, lo straniero non comunitario, al fine di ottenere un permesso di lavoro “Carta blu UE”, deve avere un livello di istruzione universitaria ottenuta sulla base di un corso di almeno tre anni. Per presentare domanda per la Carta blu UE, inoltre, lo straniero deve prima ottenere l’autorizzazione a svolgere un un lavoro altamente qualificato ed essere munito di un visto a lungo termine. L’autorizzazione per poter praticare lavori altamente qualificati viene emessa dall’Agenzia per l’ occupazione bulgara entro quindici giorni dalla presentazione della richiesta corredata dai necessari documenti. Titolato ad avviare la procedura di ottenimento del permesso da parte dell’Agenzia per l’occupazione è il datore di lavoro dello straniero, che è anche tenuto a versare allo stato le dovute tasse. Lo straniero, da parte sua, presenta la domanda alla Direzione “Immigrazione” del Ministero dell’Interno non più tardi di setti giorni prima della scadenza del visto a lungo termine. Insieme alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  • copia di un passaporto valido, con il visto a lungo termine
  • documenti che attestano che lo straniero è provvisto di un’assicuraione sanitaria in conformità alla legge bulgara

La Carta blu UE viene rilasciata per un periodo di un anno e può essere rinnovata per un ulteriore periodo di un anno se i presupposti di emissione continuano ad essere validi. La legge prevede anche che i familiari di uno straniero che ha ricevuto la Carta blu UE hanno il diritto di ricevere permessi di soggiorno prolungati nella Repubblica Bulgaria, per un lasso di tempo pari al soggiorno concesso al titolare della Carta.

Fonte: Agenzia Bulgaria degli investimenti