2500 progetti del Programma di Sviluppo rurale saranno realizzati entro il 15 ottobre

2500 progetti del Programma di Sviluppo rurale saranno realizzati entro il 15 ottobre

Il fondo statale per l’agricoltura erogherà 1,2 miliardi leva. Cosi ha affermato il direttore del fondo Rumen Porozhanov.

La proroga sino al 15 ottobre per l’attuazione dei progetti nell’ambito del programma di sviluppo rurale del periodo 2007 – 2013 riguarda 2500 progetto in corso, di cui 1.500 sono privati e 1.000 pubblici – per lo più comuni, chiese, centri comunitari. Questo ha dichiarato il direttore del Fondo statale per l’Agricoltura Rumen Porozhanov nel corso del programma “La settimana” di Darik. La notizia in realtà è stata annunciata ieri dal Ministro dell’Agricoltura Desislava Taneva, che ha spiegato che la proroga varrà per i progetti con scadenza prevista entro il 15 settembre, non anche per quelli i cui contratti prevedono una conclusione antecedente a tale data. Porozhanov oggi ha dichiarato che il prolungamento di un mese permette di realizzate le attività e di preparare con calma i documenti di rendicontazione. I pagamenti previsti dall’agenzia per i 2500 progetti ammontano a 1,2 miliardi di leva. “Non ci saranno pagamenti non effettuati e l’esecuzione di tutti quanti i progetti avverrà secondo gli accordi precedentemente assunti”, ha assicurato Porozhanov. In relazione al grande interesse riscontrato negli agricoltori per l’ acquisto di macchine agricole sotto la misura 121, Porozhanov ha invece dichiarato che la presentazione dei documenti deve avvenire entro oggi e si prevedono alla fine della giornata almeno 1000 progetti depositati. Porozhanov ha commentato che visto che il valore medio dei progetti è di circa 200 000 leva , circa 500 saranno approvati vista che sono a disposizione per la misura circa 50 milioni di euro. Gli esiti si avranno ai primi di ottobre in modo che a fine novembre il pagamento posso essere effettuato. Inoltre, è in fase di preparazione un analisi che indicherà a quali altre misure si possono reindirizzare i fondi.

Porozhanov ha anche commentato che l’obiettivo del ministero dell‘ agricoltura è quello di ridurre la perdita di fondi del precedente Programma di Sliluppo rurale a 50 milioni di euro e ha sottilineato che comunque il 90% del programma è stato realizzato. Secondo lui nessuno in Europa è comunque in grado di assorbire i fondi al 100%.

Rumen Porozhanov ha inoltre ricordato che anche con il nuovo programma di sviluppo rurale 2014-2020 alcunemisure sono gia’stati avviati ed è giaà in atto l’elaborazione di 730 domande presentate per la produzione agricola. Si è conclusa la fase di presentazione delle domande relative ai giovani agricoltori e la settimana prossima avranno inizio le veriche sul terreno (fondo statale per l’agricoltura). A breve l’apertura del bando relativo alla trasformazione della produzione agricola.

Si discute se in questa prima fase sarà possibile presentare anche i progetti comunali, in quanto diverranno più restrittivi i criteri per gli appalti pubblici – strade, parchi, impianti sportivi, canalizzazione acqua. Non rallenteremo il processo, visto che il settore immobiliare è in forte espansione grazie ai programmi operativi e sembra possibile ottenere nuove offerte di lavoro per l’anno avvenire. Dunque pare ragionevole includere i progetti comunali già dalla prima fase del programma di sviluppo rurale, ha detto Porozhanov.

Il fondo statale, infine, oltre all’elaborazione dello scandenziario indicativo di presentazione dele domande di finanziamento per il Piano di Sviluppo Rurale, pubblicherà enro un mese anche il calendario dei pagamenti del Fondo di garanzia e del Fondo statale. Dal 16 ottobre avranno inizio i pagamenti per gli allevatori, durante il mese di dicembre saranno versati i fondi supplementari agroambientali per il vecchio periodo di programmazione e da gennaio dovrebbero iniziare i pagamenti diretti per l’agricoltura biologica. L’obiettivo è che ogni beneficiario abbia certezza di quando riceverà il pagamento, ha concluso Porozhanov.

project_funds