Stara Zagora

stara zagoraStara Zagora si trova nella Bulgaria centrale e tale posizione concede alla città un importante vantaggio competitivo per lo sviluppo del business e gli investimenti nella questa regione. Il territorio di Stara Zagora è infatto attraversato da importanti corridoi di trasporto europei. In particolare:

Corridoio № 8: ITALIA – ALBANIA – MACEDONIA – BULGARIA (Durazzo – Tirana – Skopie – Sofia – Plovdiv – Chirpan – Stara Zagora – Sliven – Burgas – Varna)

Corridoio № 9: FINLANDIA – RUSSIA – UCRAINA – MOLDAVIA – ROMANIA – BULGARIA – GRECIA (Helsinki – San Pietroburgo – Kiev – Bucarest- Ruse – Veliko Tarnovo – Stara Zagora – Dimitrovgrad – Makaza – Alexandroupolis)

Vicino al territorio comunale passa inoltre il corridoio europeo di trasporto № 4: Germania – Austria – Ungheria – Romania – Bulgaria – Turchia. La prossimità con l’ autostrada  Trakia fornisce un ulteriore incentivo per lo sviluppo del business nella regione, fornendo un veloce e conveniente collegamento dalla capitale fino al mare e viceversa. Proprio a Stara Zagora si organizza la più grande esposizione internazionale di macchine agricole nei Balcani, sfruttando gli spazi dell’aeroporto in disuso. Un altro vantaggio deriva dalla dispobilità di infrastrttutre che permettendo l’utilizzo del gas naturale come fonte di energia per i principali siti di produzione

L’intera regione ha una superficie di  5 151,1 chilometri quadrati e dal punto di vista storico permette un vero e proprio tuffo nel passato. Le prime tracce di civiltà nella zona si riferiscono adirittura alla fine del VII millennio AC. Esistono inoltre molte fonti di acqua minerale che danno la possibilità di usufruire e sviluppare centri benessere e termali. Nella Valle delle Rose, infine, si coltiva la rosa più ricca di oli essenziali al mondo e vero simbolo della Bulgaria.

Dati economici

Stara Zagora è al 6 posto per numero di abitanti dopo Sofia, Plovdiv, Varna, Bourgas e Rousse e il territorio regionale comprende 11 municipalità che, a loro volta, si estendono su un totale di 206 centri abitati. Il settore energetico è molto sviluppato e attira investimenti esteri e nazionali tanto che negli ultimi anni si sono costruite nuove centrali elettriche e si sono ammodernate quelle esistenti. Nella regione sono inoltre presenti i più grandi giacimenti di lignite dei Balcani, utilizzata come materia prima per la produzione di energia elettrica in 4 centrali termoelettriche. Altre importanti risorse naturali della zona sono i fertili terreni agricoli, i boschi e le sorgenti minerali. A nord ovest di Stara Zagora, a 15 km dalla città e a 370 m di altitudine, si trova la stazione termale “bagni minerali Stara Zagora” particolarmente indicata per le cure delle malattie del sistema muscolo-scheletrico e di quello nervoso periferico, delle patologie ginecologiche, urologiche e gastrointestinali.

Circa 28 mila aziende operano attualmente nella regione di Stara Zagora. Il settore più significativo è quello edile, a seguire la produzione e distribuzione di energia elettrica e combustibili gassosi, la produzione di articoli in gomma e plastica e l’industria meccanica. Negli ultimi anni si sta sensibilmente sviluppando l’industria agroalimentare e quella di  trasformazione dei metalli. Mentre il settore metalmeccanico è tradizionalmente riconosciuto come valido non solo in Bulgaria ma anche a livello internazionale.

Infine, secondo i dati diffusi dall’Istituto Nazionale di Statistica gli investimenti diretti esteri nel settore non finanziari al 31.12.2014 sono stati pari a 969,3 mln. di euro, il che sigifica che gli IDE che si sono indirizzati nella regione sono aumentati del 21,6% rispetto a quelli registrati del 2013. Su tale importo, ben 880 milioni di euro di investimenti esteri sono stati fatti nel settore industriale, con una percentuale di oltre il 90% sul totale e un aumento del 2,5% rispetto all’anno precedente. I settori più privilegiati sono stati i seguenti: produzione di autoveicoli; agricoltura, silvicoltura e pesca; produzione di computer e apparecchiature per le comunicazioni; industria del legno; produzione e distribuzione di energia elettrica, calore e combustibili gassosi.

Ref. Commercio e Industria – Stara Zagora, Ministero dello sviluppo regionale e dei lavori pubblici, NSI