Investire in Bulgaria

Perchè investire in Bulgaria?

Investire in Bulgaria
Investire in Bulgaria

La Bulgaria è un destinazione strategica, situata a massimo 3 ore di volo da tutte le principali mete europee, dalla Russia e dai paesi che si affacciano sul Mediterraneo.Tale posizione la rende di fatto un ponte tra l’Europa e l’Asia.

La Bulgaria, inoltre, vanta un contesto politico stabile e l’affiliazione alle principali organizzazioni internazionali, in particolare la NATO e l’Unione Europea. Il sistema fiscale è tra i più vantaggiosi in Europa: 10% di aliquota fiscale sull’utile societario (0% nelle regioni con alto tasso di disoccupazione), 10% sui redditi personali; 5% ritenuta sui dividendi. Un altro fondamentale vantaggio per le imprese che intendono investire in Bulgaria è la disponibilità di forza lavoro qualificata e a costi contenuti. Annualmente conseguono la laurea oltre 60.000 studenti provenienti da più di 50 università. Importante anche ricordare come la legge sulla promozione degli investimenti in Bulgaria prevede agevolazioni per diversi settori merceologici. I costi di gestione societaria, infine, sono tra i più bassi d’Europa e vige la libera circolazione dei capitali.
Dal punto di vista storico-culturale, la Bulgaria offre diversi siti storici e archeologici, in gran parte risalenti all’epoca tracia e a quella romana. Grazie a questo patrimonio e alle attrezzate località turistiche sia estive che invernali il paese sta diventato una destinazione turistica sempre più popolare.

PERCHÈ INVESTIRE IN BULGARIA? >>

Nel 2015 la Bulgaria si è classificata al terzo posto tra i paesi da privilegiare per avviare un attività economica. Questo secondo l’indice stilato annualmente da Cushman & Wakefield sulle condizioni di produzione nei mercati emergenti.

Nel paese ci sono diverse aree economiche, che si caratterizzano per diverse opportunità naturali, industriali e di investimento. Tra le principali ci sono: Sofia, Plovdiv, Stara Zagora, Burgas, Varna, Ruse.

In definitiva, le opportunità e i vantaggi a disposizione degli imprenditori locali e stranieri, hanno reso la Bulgaria una delle principali mete di investimento in Europa e nel mondo.

Quadro Economico

La Bulgaria è un paese dove vige l’economia di mercato, con un grado di apertura che la colloca, secondo i dati del 2011, al 70° posto nel mondo. Il grado di industrializzazione è abbastanza alto, con un settore privato mediamente sviluppato e un certo numero di imprese statali in settori considerati strategici.

La Bulgaria soddisfa tutte le condizioni per fare prossimamente il proprio ingresso nello spazio Schengen anche se già, in quanto membro della UE, applica ai propri confini controlli minimi, principalmente rivolti a verificare l’identità personale sulla base dei documenti di viaggio. Il paese inoltre è risultato il 40° su 152 nella classifica mondiale “Economic Freedom of the World: 2014 Annual Report”, stilato dall’Istituto canadese “Frasier”. Il prodotto interno lordo pro capite, la colloca invece alla 92° posizione su 228 paesi. La Bulgaria prevedeva di entrare nell’eurozona entro il 2013, essendo perfettamente in grado di soddisfare tutti i criteri di Maastricht, ma la crisi economica e finanziaria internazionale ha consigliato di rimandare questo passo. In ogni caso, il lev bulgaro è ancorato all’euro, sin dalla sua introduzione, ad un cambio fisso di 1 euro=1.95587 leva.

office